Afol Metropolitana: le collezioni degli stilisti di Afol Moda alla Fashion Graduate Italia

Afol Metropolitana: le collezioni degli stilisti di Afol Moda alla Fashion Graduate Italia

Milano, 2 novembre 2017 – Gli stilisti che hanno frequentato Afol Moda, la scuola di fashion dedicata alla formazione post diploma di Afol Metropolitana, partecipano con le proprie collezioni alla Fashion Graduate Italia. L’evento è una tre giorni dedicata al settore moda e alle scuole che partecipano alla Piattaforma Sistema Formativo Moda, che si tiene dal 5 al 7 novembre allo spazio Base, in via Bergognone 34 a Milano.

Afol Moda partecipa con l’esposizione dei propri modelli in uno static show e con una sfilata di collezioni che si tiene il 7 novembre alle ore 12.

In passerella sfilano le collezioni di 8 ex studenti della scuola dedicate a donna, uomo, bambina e beachwear. La realizzazione dei capi è stata interamente fatta dagli studenti che attualmente frequentano i corsi di sartoria avanzata – atelier e di modellismo abbigliamento base e modellismo abbigliamento avanzato.

Tra le collezioni, c’è quella dedicata alla bambina ideata da Valentina Smiriglia dal titolo “Le petite moi”. La stilista, nata a Messina, ha realizzato una collezione dall’atmosfera retrò con un tocco di modernità: linee minimali incontrano tessuti ricercati creando giochi e accostamenti insoliti. Il mix, dato dalle geometrie degli jacquard accostati ai ricami floreali, viene completato da fiocchi di grosgrain e rifiniture in maglia. I tessuti dell’intera collezione sono stati forniti da Serikos.

Alice Riva presenta la collezione donna “Liquida”, ispirata all’omonima graphic novel “Liquida” di Lorenzo Sabbatini e Lisa Biggi, edita da Round Midnight Edizioni. La stilista, nata 22 anni fa nel comasco, presenta una collezione poetica ambientata in una giornata di pioggia, con tessuti personalizzati dipinti a mano.

Andrea Bergonti, classe 1994, sfila con la collezione donna “Metamorphosis”, ispirata al mito giapponese della Kitsune, spirito corporeo di volpe che prende sembianze umane e può avere duplice entità. Le forme geometriche nette e i colori tenui sono simbolo del lato benevolo che si oppone a quello maligno rappresentato da forme morbide e tinte scure. La silhouette della collezione è il triangolo rovesciato e la palette cromatica fa riferimento al Giappone.

Letizia Barbero, nata a Busto Arsizio, presenta la collezione “Metaforma”, che rappresenta la metamorfosi delle forme. Il passaggio di un corpo dalla stasi al movimento è dato dal mix di tessuti pesanti e leggeri. I colori predominanti sono il bianco e il nero.

Lisa Rusconi, originaria di Como, e Chiara Fornelli, di Torino, sfilano con la collezione swimwear “COCOnut blue”.  Si tratta di una collezione femminile dominata dalla combinazione e dai contrasti tra il bianco, impreziosito da paillettes, il tortora e il turchese. Una collezione dinamica, che gioca sui tagli geometrici sottolineati dai contrasti di colore.

Paolo e Claudia Colombo, comaschi, presentano la loro collezione uomo ispirata dal mondo dell’aviazione. La formalità marziale si trasforma in streetwear attraverso l’utilizzo di tessuti tecnici e inaspettati. Nastri colorati come medaglie al valore sono il fil rouge dell’intera collezione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *