La Legge 68/99 definisce il “collocamento mirato”, come l’insieme di servizi che favoriscono l’inserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità e delle categorie protette.

Il sistema favorisce  l’ inserimento dei disabili nel mondo del lavoro, una mirata compatibilità tra il lavoratore e la mansione lavorativa e offre la possibilità per i datori di lavoro di considerare i lavoratori disabili risorse produttive e non un solo obbligo occupazionale.

L’iscrizione al collocamento mirato è rivolta alle persone con disabilità appartenenti a una delle seguenti categorie:

  • invalidi civili con percentuale d’invalidità dal 46%
  • invalidi del lavoro con una percentuale d’invalidità dal 34%
  • non vedenti
  • sordomuti
  • invalidi di guerra
  • invalidi civili di guerra
  • invalidi per servizio, con menomazioni comprese fra la prima e l’ottava categoria.

Le attività del servizio riguardano  l’accoglienza informativa, l’inserimento in graduatoria, l’incontro domanda-offerta di lavoro, l’eventuale supporto nella compilazione della modulistica, l’iscrizione, le variazioni nelle liste del collocamento dei disabili: trasferimenti di iscrizione e cancellazioni e le certificazioni di iscrizione.

Sono destinatari del collocamento mirato anche i soggetti in attesa di occupazione appartenenti alle categorie protette previste dell’art. 18 della Legge 68/99:

  • profughi (profughi italiani rimpatriati, il cui status è riconosciuto ai sensi della L. 763/81);
  • vedove e orfani di persone decedute sul lavoro, per cause di servizio, di guerra e per terrorismo e della criminalità organizzata;
  • coniuge o figli di Grande invalido (colui che ha un’invalidità pari o superiore al 60% se invalido di lavoro, o dell’80% negli altri casi previsti dalla legge) che non abbia mai usufruito del collocamento obbligatorio
  • vittime di atti di terrorismo o della criminalità organizzata o loro familiari superstiti e categorie a queste equiparate.

Recentemente sono state introdotte nuove norme e nuove procedure telematiche per la Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro (DID). Le nuove norme e procedure si applicano anche alle persone con disabilità che intendono avvalersi dei servizi del collocamento mirato, previsti dalla L 68/99.

 

Come consultare le graduatorie disabili e categorie protette

Per gestire la necessaria privacy e visualizzare la propria posizione in Graduatoria Legge 68/99  effettuare un “TROVA” inserendo il proprio codice “ID PRIVACY”, reperibile sul proprio Certificato di Iscrizione  oppure richiedibile al proprio Centro per l’impiego.
In alternativa effettuare la ricerca effettuando un “TROVA” con il NUMERO ISCRIZIONE.

 

 

ATTENZIONE

Il Servizio Occupazione Disabili, a garanzia della tutela della salute e della sicurezza dei cittadini che utilizzano i nostri servizi, e degli operatori, sospende gli appuntamenti con l’utenza (aziende e disabili).

I servizi sono garantiti con le seguenti modalità:

info.disabili@afolmet.it
t 02 7740 6477
dal lunedì al giovedì ore 9.00 – 12.00 e ore 14.00 – 16.00
venerdì ore 9.00 – 12.00

 

Sono garantite agli utenti, attraverso i Centri per l’Impiego, le iscrizioni al collocamento mirato con modalità on line o in presenza, solo su appuntamento.  Clicca qui per accedere alla pagina dedicata ai Centri per l’Impiego e fissare un appuntamento.