Oltre 12mila persone coinvolte nel progetto di orientamento Esagono

Oltre 12mila persone coinvolte nel progetto di orientamento Esagono

Sono state 12.168 le persone coinvolte nella terza edizione di Esagono, il progetto di orientamento per studenti delle medie inferiori e superiori realizzato da Afol Metropolitana e finanziato da Regione Lombardia.

Afol Metropolitana, nel biennio 2015 -2017, ha offerto servizi di orientamento dedicati soprattutto ai giovani che si trovano in una fase di transizione tra la scelta di proseguire gli studi o inserirsi nel mercato del lavoro. Per loro i colloqui consentono di mettere a fuoco interessi e attitudini, ricevere informazioni sulle opportunità presenti sul territorio e costruire, insieme all’orientatore, un progetto formativo e professionale personale.

Il progetto coinvolge anche le famiglie e offre una rete di collaborazione e sostegno progettuale agli operatori del sistema, come le scuole, i centri di formazione, le imprese, le università, gli operatori accreditati per i servizi di formazione e per il lavoro, i servizi sociali e i centri Giovani.

In particolare nel biennio appena concluso Afol Metropolitana ha realizzato 1.665 colloqui individuali di orientamento, di cui 1.018 per giovani, in stato di dispersione o attualmente ancora studenti, alla ricerca di un servizio di accoglienza e supporto per capire come strutturare un progetto personale e professionale e soprattutto per ricevere informazioni sulle opportunità a loro disposizione. Di questi colloqui, il 33% è stato dedicato a rimotivare lo studente e combattere così la dispersione scolastica, mentre il 32% è servito ad orientare lo studente sulla scelta della scuola superiore. Il 19% dei colloqui ha consentito di dare informazioni sulle opportunità formative e lavorative dopo la qualifica o il diploma, mentre il 16% ha riguardato la scelta lavorativa.

Sono stati inoltre progettati e realizzati 684 seminari di formazione orientativa di gruppo, di cui il 53% dedicati alla scelta orientativa della scuola superiore, e il 41% alla scelta dopo il diploma.

Sono state, infine, 2.390 le ore di servizio erogate sul territorio.

“La richiesta di azioni personalizzate – spiega Mattia Granata, vice presidente di Afol Metropolitana – resta molto alta da parte sia di giovani che di famiglie e istituzioni scolastiche. Da anni siamo impegnati nel sostenere questo tipo di servizio, che è uno strumento essenziale per combattere la dispersione scolastica ed è un sostegno per i giovani, e per le loro famiglie, che si trovano in un momento d’indecisione sul loro futuro”.

Il progetto, della durata di 18 mesi, è stato finanziato da Regione Lombardia per un importo di 278 mila e 400 euro e ha riguardato il territorio della Città Metropolitana di Milano, coinvolgendo 71 scuole del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *